Da qualche anno ormai la scelta per il campo estivo organizzato dall’ Associazione per l’Aiuto ai Giovani Diabetici (AAGD), cade su Scuola di Mare Santa Teresa. 16 ragazzi tra i 9 e 18 anni sono ospiti della struttura di Santa Teresa seguiti da uno staff di 5 tra medici e infermieri. Le Dott.sse Alessandra Bosetti e Maddalena Macedoni ci illustrano il progetto che rientra nelle linee guida suggerite dalla Società Italiana di Dietologia Pediatrica (SIEDP). Ci spiegano che i benefici di questo tipo di attività sui ragazzi sono molteplici. Dal punto di vista psicologico si trovano a condividere un periodo di vacanza e sport con coetanei che vivono la stessa routine legata al diabete, il chè permette loro di non temere pregiudizi e di poter attingere dalle esperienze altrui. Lo sport inoltre, insieme all’insulina e all’alimentazione è un cardine per gestire il diabete mantenendo stabili i valori e addirittura permettendo di ridurre l’apporto di insulina. La condotta di una vita all’aria aperta ricca di attività sportiva e con un alimentazione equilibrata e completa sulla base di 4 pasti, come quella che i ragazzi sono chiamati a condurre presso il centro di Santa Teresa, ha portato a risultati immediati molto positivi. Da segnalare l’apprezzamento dei prodotti locali, muscoli (che in molti non avevano mai assaggiato), pesto, focaccia.
La promessa è quella di ritornare la prossima estate per un’altra settimana all’insegna del mare, del vento e della scoperta del mondo sommerso.