Nell’anno in cui ricorrono i 700 anni dalla scomparsa del poeta, un territorio che lo ha visto protagonista di vicende politiche e svariate citazioni rende omaggio con una serie di spettacoli e concerti, tutti alla ricerca di nuovi punti di vista e visioni dell’opera dantesca.
Sei performance uniche in luoghi di incredibile bellezza e valore storico per coniugare cultura e promozione del territorio nel segno di Dante.
La rassegna è realizzata con il Comune di Ameglia, Comune di Castelnuovo Magra, Comune di Lerici, Comune di Luni, Comune di Monterosso al Mare, Comune di Sarzana e ha il sostegno della Fondazione
Carispezia.
Gli spettacoli vedranno come protagonisti: Giovanni Allevi e Pupi Avati, accompagnati dagli archi dell’Orchestra Sinfonica Italiana (10 luglio, Sarzana – Fortezza Firmafede); Maurizio Lastrico (11 luglio, Lerici – piazza San Giorgio); Lella Costa (20 luglio, Luni – Anfiteatro Romano), Vittoria Puccini con i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino (21 luglio, Ameglia – Necropoli di Cafaggio); Vinicio Capossella (24 luglio, Castelnuovo Magra – piazza Querciola); Alessio Boni e Marcello Prayer (Monterosso al Mare – Molo dei Pescatori).
Tutti gli eventi inizieranno alle ore 21.30.

“Fondazione Carispezia si unisce alle celebrazioni per il settecentesimo anno dalla morte di Dante Alighieri promuovendo la rassegna ‘Dante 700’ che porterà in 6 diversi Comuni della provincia, in collaborazione con le rispettive Amministrazioni, un programma di eventi di grande impatto e popolarità. Con questa ulteriore iniziativa vogliamo contribuire a promuovere la ripresa dei territori e il ritorno a vivere la cultura e gli spettacoli dal vivo, ricordando e avvicinando ulteriormente il pubblico alla straordinaria figura del Sommo Poeta”.

“Lerici si inserisce in modo autorevole e con una proposta di qualità nel percorso dedicato ai 700 anni della morte del Sommo Poeta. Lo facciamo con l’orgoglio di essere citati nella più importante opera letteraria, morale e culturale mai stata scritta per il mondo occidentale, con profonda ammirazione per un uomo che, seppur vissuto nel Medioevo, ha saputo essere moderno come pochi altri dopo di lui”.
Leonardo Paoletti – Sindaco del Comune di Lerici

Info e prenotazioni AD Eventi